"Loading..."

Il nuovo algoritmo di Facebook: non farti trovare impreparato

Per tutti i marketer, i social media manager, i community manager e gli advertiser, l'algoritmo di Facebook, che regola il newsfeed di ognuno dei 1.65 miliardi di utenti attivi al mese è peggio della peste nera: appena si trova un modo per aggirarlo, cambia. Da poco più di una settimana, Facebook stesso ha annunciato il nuovo algoritmo svelando per la prima volta quali sono i valori e le motivazioni dietro l'aggiornamento, oltre alla classica volontà di mostrare le notizie più importanti e interessanti per il singolo utente:

  • Familiari e amici per primi - Le notizie di familiari e amici più stretti avranno la priorità dal momento che il Newsfeed deve raccontare storie, ma anche informare e intrattenere con eventi, celebrità, news locali e live video.
  • Una piattaforma per tutti - Dopo la recente polemica sulla manipolazione dei trending topics da parte di Facebook, la grande F sostiene che non è l'azienda che sceglie quali sono i temi di cui il mondo deve parlare, ma è l'azienda che permette alle persone di condividere le proprie idee. Il Newsfeed quindi mostrerà le notizie più coinvolgenti, da più punti di vista, per stimolare il confronto.
  • Informazione autentica - Anche il nuovo algoritmo di Facebook continuerà la battaglia al click baiting e alle notizie spam, mostrando alle persone i contenuti provenienti da fonti autorevoli.
  • Il Newsfeed è sotto le nostre mani - Le funzioni come "nascondi" e "mostra per primo" nelle pagine e nei post servono agli utenti per controllare il proprio Newsfeed, ma a Facebook per avere un feedback continuo sulle loro preferenze.

Che significa tutto questo? Come sempre, le conseguenze del cambio di algoritmo di Facebook verranno scaricate sulle Pagine, che subiranno un'ulteriore penalizzazione nel raggiungimento organico dei propri follower. La soluzione sembrerebbe soltanto una: Facebook Advertising. Sembrerebbe essere arrivato il momento tanto temuto: o ogni contenuto diventa virale o si inizia a investire in pubblicità sui social network, che ormai sono diventati veri e propri paid media. Non sai da che parte cominciare o vuoi conoscere i trucchi per un annuncio di successo? Partecipa al nostro corso di formazione Fare pubblicità con i social network, il 14 luglio 2016 all'Accademia Cappiello di Firenze.