"Loading..."

Chi fermerà le Stories? Sono loro il vero trend 2019

Le Stories si stanno configurando come il vero super trend di questo 2019. Nate e cresciute come modalità di comunicazione utilizzata dai più giovani - durano 24 ore, che male possono fare? -, adesso sono uno strumento utilizzato da gran parte di users, anche non più di primo pelo, non ultimi i brand. Una vera e propria moda, infatti, anche e sopratutto per le Aziende, che ora hanno a disposizione dei creativi un’infinità di contenuti, gif, effetti, il tutto per svecchiare una comunicazione ancorata alla logica dell’adv classico, magari scimmiottando le nuove generazioni con modi di dire presi in prestito e faccine strane.

Ma se viene istintivo legare il successo delle Stories a Instagram, ecco invece due news che bene descrivono l’ordine di grandezza e di ampiezza del fenomeno.

La prima riguarda il re dei Social: la crescita delle Stories su Facebook è costante: 300 milioni di utilizzatori al giorno a settembre 2018, 500 milioni a gennaio 2019. Questo vuole dire che si è raggiunta una sostanziale parità di Stories pubblicate tra Facebook e Instagram. E l’adv vola: 3 milioni di brand hanno usato le Stories per fare pubblicità.

Altra novità, invece, per gli artisti su Spotify. Oltre all’ormai consueto Behind the Lyrics offerto da Genius per alcune canzoni, i musicisti potranno ora pubblicare la propria story, visibile durante l’ascolto dei loro brani. Un nuovo modo di comunicare direttamente al pubblico legando contenuti a canzoni, dando vita ad un instant advertising diretto e funzionale.