"Loading..."

Twitter e Centri Commerciali, questo matrimonio non s'ha da fare.

Error message

Notice: Undefined variable: title in eval() (line 5 of /home/sowhatdigital/public_html/sowhatfactory.it/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

Ci sono delle storie d’amore che non sbocciano mai, e quella tra Twitter e i Centri Commerciali italiani sembra essere una di queste. I tentativi ci sono stati, alcuni profondamente innovativi e creativi ma, alla fine, ognuno per la sua strada. Il problema, però, è che la strada di Twitter non sembra così buona da percorrere, con Instagram che nei prossimi mesi supererà l’uccellino azzurro per numero di interazioni quotidiane negli Stati Uniti.

Tornando ai fatti di casa nostra, abbiamo analizzato l’andamento di Twitter per i Centri Commerciali italiani nel periodo 1 Ottobre 2017 - 1 Aprile 2018, 7 mesi che rappresentano un valido spazio temporale per arrivare ad alcune conclusioni.

 

Crescita Followers Zero

 

Il primo dato non lascia spazio a dubbi: la crescita dei Followers dei primi venti Centri Commerciali italiani per affluenza è stata di 15 utenti in 7 mesi. Quindici. Contando che i profili attivi dei Centri considerati sono 13 su 20, abbiamo una media di 1,15 Follower a Centro, praticamente crescita zero. Pur con Redazioni pronte a pubblicare Tweet con una frequenza costante (vedremo tra poco), i Follower non crescono, lasciando i Centri a comunicare sempre alle stesse persone, senza ampliare il bacino di utenti, cosa che accade invece con regolarità su Facebook e Instagram.

Il Centro che è cresciuto di più, infatti, ha guadagnato in 7 mesi 45 Followers, quello meno ne ha invece perfino persi 153.

 

Tweet Pubblicati

 

Come già detto, non è un problema di attività dei Centri sui profili, che invece vengono aggiornati. Sembra anche difficile affermare che nessuno abbia trovato il giusto modo di comunicare, che nessuno sappia farlo, con così tante Agenzie attive nel panorama Retail italiano.

In generale, per i 13 Centri attivi, sono stati pubblicati 1.351 Tweet, per una media di 103 contenuti totali e di quasi 15 al mese per Centro. I contenuti, quantitativamente, ci sono, è che non riescono ad attrarre i clienti, che decidono o di non iniziare a seguire il Centro o, perfino, di smettere di seguirlo.

 

Followers per Profilo

 

Visti questi numeri, chiaramente il numero medio di Followers per profilo non può che essere basso. Con un totale di 16.892 al 1° Aprile, i 13 Centri con canali attivi hanno mediamente 1.299 Followers ciascuno. Un dato talmente critico che non vale la pena scomodare Facebook per fare alcun tipo di raffronto.

 

Cosa fare?

 

Sul ponte sventola bandiera bianca. Il trend è consolidato, e sembra davvero difficile (visti anche i risultati in generale poco incoraggianti della piattaforma Twitter) invertire la tendenza.

Certo, Twitter nasce come un ambiente profondamente conversazionale, aperto al dialogo e, tranne un Customer Care che ormai si è spostato da altre parti, Meet & Greet e offerte promozionali sono tutti contenuti spesso da “uno a molti”, quasi mai bidirezionali. Un 20% di sconto non induce al dialogo, e nei profili mancano totalmente strategie di esclusività o altre legate a scarsità o appartenenza.

Insomma, il Centro Commerciale non sembra essere un influencer, e fatica a entrare nella conversazione fra utenti, come invece avviene con sempre maggior forza su Instagram. In questo quadro, valutare come positiva in termini di Ritorno sull’Investimento una strategia basata sulla pubblicazione di offerte appare alquanto improbabile, visto comunque che le Redazioni devono ottimizzare il testo, le immagini e via dicendo. Più probabile che Twitter rimanga come ambiente dedicato al Customer Care per i Centri Commerciali, ma anche in questo caso, visti i numeri, con un’incidenza sul totale delle comunicazioni Centro/Clienti estremamente bassa. E' quindi ancora tempo di sperimentare, tentando di trovare, con Campagne ad hoc e cambi di registro comunicativo, il giusto metodo per rafforzare engagement e visibilità.

 
Per discutere di questo e altri temi, iscrivetevi e contribuite con link e riflessioni al gruppo Facebook Digital Communication, Retail e Centri Commerciali.