"Loading..."

Realtà Aumentata e Realtà Virtuale

Error message

Notice: Undefined variable: title in eval() (line 5 of /home/sowhatdigital/public_html/sowhatfactory.it/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

Oggi la Realtà Aumentata (AR,augmented reality) è oggetto di molte discussioni e impiegata in vari ambiti: dai videogame per smartphone come Pokémon Go, fino all’utilizzo in ambienti culturali, come i Musei. Da non confondere con la Realtà Virtuale (VR, virtual reality), altro tipo di tecnologia che crea digitalmente un mondo nuovo intorno all’utente immergendolo in una situazione totalmente nuova ingannandogli i sensi.

 

Usata dapprima in ambito militare, ora la realtà aumentata è coinvolta nella pubblicità, nel marketing, nei videogiochi e nel turismo arricchendo il mondo attorno, potenziandolo di nuovi elementi. Un esempio messo in atto da pochi giorni è l’evento L'Ara com'era , promosso dal Museo dell’Ara Pacis a Roma che da questo ottobre 2016 ad ottobre 2017, attraverso i visori Samsung Gear VR, ricostruisce l’aspetto dell’altare ad Augusto come si presentava ai tempi dell’Antica Roma. Sicuramente l’iniziativa a fini formativi e informativi è ottima: l’informazione culturale e storica viene coniugata col divertimento e l’intrattenimento di un oggetto innovativo come il visore VR. 

 

 

In queste settimane è uscito il visore VR per Playstation 4, che proietta totalmente il gamer nel videogioco, immergendolo in un’esperienza a 360°. I sensi vengono completamente ampliati e ingannati. Oltre ad essere dotato di un bel design, il visore ha due schermi, uno per occhio, collegati ad un sistema ottico di lenti e grazie ad un accelerometro e un giroscopio integrati, il nostro sguardo può muoversi sull’inquadratura molto velocemente.

 

 

Realtà Aumentata e Virtuale nella pubblicità e nel brand

L’AR e la VR hanno un alto potere di coinvolgimento e di intrattenimento che, se sfruttato nei migliori dei modi, può avere un altrettanto potere emotivo sulle masse. Ecco un esempio di una pubblicità di successo grazie all’uso della Realtà Virtuale.

La pubblicità vede lo staff in una piazza della capitale della Georgia, intento a fermare passanti e invitarli a mettersi il visore VR: la persona si trova direttamente immersa nei paesaggi verdi dell’Irlanda e infine in un tradizionale pub irlandese...Basta guardare il video per scoprirne la sua conclusione e rimanere totalmente stupiti della potenzialità di questo strumento. Tanto di cappello anche ai creativi dell’azienda irlandese Old Irish che hanno avuto questa brillante idea.

 

 

 

Anche per i brand questa grande tecnologia può essere una grande fonte di sviluppo, basta pensare per esempio all’Ikea. Il colosso svedese a Marzo 2016 ha creato un’app gratuita“Ikea VR Experience” che ha permesso ai possessori del visore HTC Vive di progettare, realizzare ed esplorare una vera e propria cucina in tridimensione, con la facoltà di interagire con l’arredamento cambiando anche la disposizione degli oggetti. Questa app è stata chiusa ad Agosto e i commenti rilasciati dagli utenti saranno utilizzati per creare un progetto più grande: un intero catalogo virtuale a 360°.

 

 

Ma per Halloween?

Per tutti coloro che ancora non hanno disinstallato il gioco Pokémon Go, gli sviluppatori hanno in mente di organizzare un evento per il giorno più spaventoso dell’anno. Ancora tutta un’ipotesi, ma sembra che basterà aggiornare l’app per vedersi apparire Pokémon di altre generazioni o Pokémon di tipo Spettro. Ma si scoprirà tutto il prossimo lunedì.

 

Non finisce qua.

Per chi preferisce il brivido da film Horror, è stato lanciato in anteprima solo su iOS, il videogioco per smartphone Night Terrors , la versione definitiva sarà rilasciata il 31 stesso. Il gioco sfrutta la realtà aumentata per far apparire nelle stanze di casa propria zombie, fantasmi e altri tipi di mostri. Ovviamente tutto avviene attraverso lo schermo del nostro smartphone. Per avere un’esperienza di gioco migliore i consigli che gli sviluppatori danno sono di giocare al buio, quindi con nessun tipo di illuminazione, e di girovagare per casa con gli auricolari o cuffie avvolgenti per avere un effetto da film horror maggiore. 

Provare per credere...