"Loading..."

Cosa ho detto e cosa ho ascoltato al Retailer Day 2018 (parte 1)

Error message

Notice: Undefined variable: title in eval() (line 5 of /home/sowhatdigital/public_html/sowhatfactory.it/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

Difficile riassumere una giornata intensa, 7 ore di interventi durante il Retailer Day 2018 organizzato dal CNCC, in un singolo articolo che non diventi più lungo di un romanzo, contravvenendo a qualsiasi regola di decenza di Digital Writing. Così, inizio condividendo il mio speech, vedendo poi di approfondire il tutto più avanti con la seconda parte di questo articolo qui e sul gruppo Digital Communication & Retail.

 

SOCIAL MEDIA FONDAMENTALI...MA NON ADESSO

Fin dalla mattina, al Retailer Day abbiamo sentito parlare di Social Media: sono loro il futuro, sono loro gli ambienti che creeranno engagement, sono loro in prospettiva il touch point più importante per i Retail. Il problema è qui: si parla troppo di futuro, mentre il presente è ancorato su capitoli di spesa ancora tremendamente spostati verso la comunicazione tradizionale. Tutti ne parlano, pochi li utilizzano e ci investono. Quanti sono i Centri che considerano i canali Social non solo degli “offertifici”, moderni volantini lasciati nelle bacheche invece che nella cassetta della posta? Dobbiamo agire presto e meglio.

 

COMMUNITY TUTT’ALTRO CHE SATURE

Le Pagine Facebook più grandi dei primi 10 Centri Commerciali e dei primi 10 Outlet italiani raggiungono insieme 3.163.798 di Fan. Pochi, pochissimi, quanti quelli di Lodovica Comello, meno di Frank Matano o di un calciatore di Serie A nemmeno troppo famoso. Gran parte dei protagonisti dei Meet & Greet - spesso star di breve respiro - che i Centri ospitano, hanno più likers e followers del Centro stesso. La somma dei Likers indica che abbiamo una grande difficoltà nel comunicare il Centro come un brand, capace di dialogare con il cliente, e ciò vale anche per Mall con un grande Appeal. Ma non solo.

 

POCO ADV DIGITAL Le 20 Pagine Facebook più importanti d’Italia per Footfall di Centri e Outlet sono cresciute di poco più di 650.000 likers in un anno, considerandole ancora una volta tutte insieme. Con tali numeri possiamo ipotizzare che il budget in adv per Fan Base sia molto limitato. Facendo due calcoli ipotetici (85% dei Likers presi attraverso promo), per l’aumento dei Likers i primi 20 player avranno investito complessivamente non più di 140-150.000€ in campagne, ovvero 7.000€ di media a Centro all’anno. Basti pensare alla spesa in advertising outdoor per vedere come la situazione sia ancora a livello embrionale. E ritorniamo al fatto che tutti ne parlano, pochi ci investono.

 

TWITTER, CIAO.

Ha senso ancora investire su Twitter per un Centro Commerciale? Negli ultimi 12 mesi, i Followers dei profili di tutti i primi 20 Centri Commerciali italiani per footfall sono aumentati di 15. Non è un errore, 15 davvero. O si cambia modalità, o si utilizza solo per funzioni specifiche, come il Customer Care.

 

INSTAGRAM OK, MA ANCORA POCO

Instagram sta crescendo velocemente, le Stories sono lo strumento principale utilizzato da Gen Z e Millenials, ma ancora le community sono limitate, quindi con grandi margini di miglioramento. Se prendiamo in considerazione i canali dei primi 20 Centri Commerciali per Footfall, la somma totale dei Followers è di 121.193, molti meno di un singolo Instagramer di medio livello. Si può fare più e meglio, anche se proprio su Instagram si vede la creatività più spinta di Direzioni e Agenzie.