"Loading..."

Centri commerciali e Twitter: mondi lontanissimi

Error message

Notice: Undefined variable: title in eval() (line 5 of /home/sowhatdigital/public_html/sowhatfactory.it/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

Che non ci sia feeling tra gli utenti Twitter e i Centri Commerciali è ormai un dato certo: anche i profili più performanti portano a casa risultati molto, molto limitati, e pare strano pensare che nessuna Agenzia sia stata in gradi di trovare, finalmente, il registro linguistico o le call to action giuste per creare un legame tra Centro e Followers.

Questa sensazione non viene smentita dai dati, ma, anzi, viene forse ribadita più di quanto ci si possa aspettare, come possiamo vedere dalle prossime statistiche che riguardano i primi 20 Centri Commerciali italiani per Accessi (fonte: Urbistat)

 

1. Non tutti hanno i profili

Tutti i primi 20 Centri Commerciali italiani hanno la Pagina Facebook, e su Instagram la percentuale cambia di poco, con un solo Centro senza il profilo attivo.

Su Twitter, invece, la situazione è ben diversa. 13 Centri sono presenti sul Social, mentre 7 no, ovvero il 35%. Un numero che, forse più di ogni altro, fa capire come molti Centri non vedano in Twitter alcuna opportunità commerciale, tanto da non presidiarlo nemmeno.

Questo fatto ha due conseguenze principali:

  • non viene monitorata la comunicazione che gli utenti fanno a proposito del Centro, perdendo un’opportunità di ascolto e di analisi notevole;
  • durante eventi e altri momenti di estrema visibilità, sono gli utenti che scelgono hashtag casualmente e spesso diversi (#centrocommercialeXYZ, #XYZ, #centroXYZ e via dicendo), di fatto non creando un unico feed di contenuti riferibili alla struttura, che così ci rimette in visibilità “storica”.

 

2. Pochi, pochissimi Followers

Ed ecco il dato che forse fa più pensare. Il numero complessivo di Followers che seguono i primi 20 Centri Commerciali per affluenza è 16.877. Può suonare strano, ma stiamo parlando della somma di tutti, non di uno soltanto. Questo vuole dire, mediamente, ogni Centro ha 843 Followers per profilo.

Se consideriamo invece solo coloro che hanno il canale aperto, la media sale a 1.298, ma è un numero ancora estremamente basso. Per avere un paragone, su Instagram sono 4.746 (al 20 settembre 2017) e su Facebook 145.951. Numeri che non necessitano di ulteriori commenti.

 

3. I contenuti

Analizzare i contenuti vuole dire andare più in profondità nella comprensione delle distanza che si è creata fra Centri e Twitter. Considerando i canali dei primi 20 Player, vediamo che, dall’apertura dei singoli profili (quindi dal primo contenuto pubblicato dal primo Centro fino a oggi) sono stati pubblicati 33.749 Tweet, per una media di 1.687 per profilo.

Con così pochi contenuti, diventa molto complicato entrare nei feed degli utenti, anche se non si può considerare la questione solo dal punto di vista quantitativo. La conoscenza degli hashtag più importanti, la necessità di pubblicare contenuti non strettamente commerciali, la capacità di entrare nella Conversazione sono tutti elementi centrali per poter migliorare i canali Twitter dei Centri Commerciali.